COME ACCEDERE AL FONDO IMPRESA FEMMINILE?

Il Ministero dello Sviluppo economico incentiva le donne, stanziando 40 milioni di euro, per nuove attività imprenditoriali.

Indice:

A CHI È RIVOLTO?

Il Fondo Impresa femminile è accessibile a tutte le imprese, con sede in Italia, che rispondono a questi requisiti:

  • cooperative o società di persone dove i soci sono per almeno il 60% donne;
  • società di capitale con quote e componenti degli organi di amministrazione rappresentati da donne per almeno due terzi;
  • imprese individuali con titolare donna;
  • lavoratrici autonome con partita IVA.

Gli incentivi sono volti a finanziare programmi di investimento, da realizzare in 24 mesi, per l’avvio o lo sviluppo di imprese femminili. I settori di riferimento sono: industria, artigianato, trasformazione (non produzione primaria) dei prodotti agricoli, commercio e turismo.

RISORSE STANZIATE

Le linee di incentivo possono riguardare l’avvio di imprese femminili: libere professioniste e imprese non ancora avviate, o costituite da non più di 12 mesi (CAPO II); oppure lo sviluppo, o il consolidamento di imprese femminili costituite oltre 12 mesi (CAPO III).

 

CAPO II

Gli incentivi previsti sono: un contributo a fondo perduto e servizi di assistenza tecnico gestionale per un valore massimo di 5.000 euro.

Qualora i progetti ammontassero a 100.000 euro (iva esclusa), l’agevolazione coprirebbe fino all’80% delle spese (90% per donne disoccupate), per un tetto massimo di 50.000 euro.

Mentre, per progetti fino a 250.000 euro (iva esclusa), il finanziamento coprirebbe il 50% delle spese, fino a un massimo di 125.000 euro.

 

CAPO III

In questa situazione, invece, gli incentivi sono costituiti da un contributo a fondo perduto e un finanziamento a tasso zero dalla durata di 8 anni, dove si aggiungono servizi di assistenza per un valore massimo di 5.000 euro.

Per i progetti fino a 400.000 euro, il Fondo copre l’80% delle spese, per un massimo di 320.000 euro; mentre, per le imprese costituite da oltre 36 mesi il contributo al capitale circolante è totalmente a fondo perduto.

 

In entrambi i casi non è previsto un importo minimo per il progetto di investimento d’impresa femminile.

Per richiedere il finanziamento bisogna presentare un business plan che contenga un programma di investimenti e non sono necessari preventivi.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Le domande potranno essere presentate da maggio e gli sportelli online saranno gestiti da Invitalia, secondo due differenti tempistiche:

  • CAPO II: la compilazione è possibile dalle ore 10:00 del 5 maggio 2022, mentre la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 19 maggio 2022;
  • CAPO III: la compilazione è possibile dalle ore 10:00 del 24 maggio 2022, mentre la presentazione a partire dalle ore 10:00 del 7 giugno 2022.

 

La piattaforma è attiva dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi), dalle 10.00 alle 17.00 e per accedervi è necessario possedere un’identità digitale (SPID, CNS, CIE). Inoltre, è importante disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

La compilazione, firmata in digitale, si compirà con il rilascio del “codice di predisposizione della domanda”, che servirà per la presentazione della domanda.

I fac-simile della documentazione saranno disponibili dal 20 aprile 2022.

 

Normativa

Euroservis sostiene la parità di genere e si impegna a dare il suo contributo, affinché tutti dispongano delle stesse pari opportunità.

Per qualsiasi informazione o approfondimento puoi contattarci per mail info@euroservis.eu, o telefonicamente al +39 – 040 – 762712.

    HAI UN PROGETTO E STAI CERCANDO LE RISORSE PER REALIZZARLO?

    Scrivici un messaggio!